Mina-Battisti: semplice duetto o pezzo di storia?

Prendete una qualunque delle estati televisive della Rai: sicuramente avrete alcune certezze, alcuni punti fermi che non vi abbandoneranno mai. Torneranno L’ispettore Derrick, La signora in giallo, di musicarelli e montaggi con il materiale estratto dalle teche della tv di Stato. All’interno di queste trasmissioni d’archivio, che si chiamino Supervarietà oppure Schegge, si può star certi che farà almeno un’apparizione il duetto tra Mina e Lucio Battisti: quel momento televisivo, meno di 10 minuti estratti da Teatro 10, fanno parte a tutti gli effetti della storia del nostro paese, di chi era davanti ai teleschermi, ma anche di chi è venuto dopo e ha visto riproporre quell’esibizione per molte, innumerevoli volte.

Eppure non è, non può essere tutto qui. Quel duetto, infatti, rappresenta ad un tempo l’unica esibizione televisiva di una coppia di artisti assolutamente unici e che, solo pochi anni dopo, avrebbero scelto di ritirarsi completamente dalle telecamere e di continuare a parlare soltanto attraverso i loro dischi. C’è però chi vede ancora di più in quei 10 minuti scarsi di televisione: è il caso del giornalista Enrico Casarini che, a quell’episodio di Teatro 10, ha dedicato un intero libro dal titolo Insieme Mina Battisti, pubblicato dall’editore Coniglio (€ 14,50). Tutto il volume – di 360 pagine – ha come centro quell’episodio, contestualizzandolo perfettamente all’interno della realtà italiana dell’epoca.

La copertina di "Insieme"

La copertina di "Insieme"

Si tratta di una guida irripetibile, pensata per un momento altrettanto irripetibile: un momento in cui l’Italia sta mutando profondamente (ed è stretta “fra boom e flop”, come fa notare lo stesso autore), anche se pochi forse se ne sono accorti per davvero. Casarini spiega tutto questo in due capitoli (e un terzo, collocato dopo il racconto di Teatro 10) che, secondo lui, possono essere letti velocemente, mentre invece meritano una lettura approfondita, da parte di chi ha vissuto quel periodo e (soprattutto) di chi non c’era: vi è ritratto un Paese che dalla passione nascente per la tecnologia, la moda e gli acquisti di massa si trova a dover fronteggiare improvvisamente la crisi economica, nonché vari scandali a base di droga e sangue; se gli italiani si entusiasmano per il cinema, nuovi artisti musicali e trasmissioni storiche come Rischiatutto e la riduzione a sceneggiato di Pinocchio, è la televisione in generale a segnare il passo e a mostrarsi troppo “vecchia”, ingabbiata nei suoi schemi di lottizzazione politica e spesso incapace di rinnovarsi. Proprio Teatro 10 è bersagliato puntata dopo puntata dai critici televisivi dei vari giornali, i quali si accaniscono contro il “padrone di casa” Alberto Lupo, il regista Antonello Falqui e la formula stessa della trasmissione; a salvarsi dall’ira dei recensori è essenzialmente Mina, che nobilita con le sue esibizioni (da sola o in duetto con altri artisti) una trasmissione comunque seguita da vari milioni di telespettatori.

Certo, il centro del libro è e rimane “quel” duetto, ma l’autore del libro non lascia spazio alla faciloneria: Enrico Casarini dipana l’intera storia di Teatro 10, capitolo per capitolo, con il piglio di chi si è guardato con attenzione tutte le puntate e ha compulsato i giornali dell’epoca alla ricerca di ogni riga utile per ricostruire alla perfezione il contesto in cui è maturata e si è sviluppata l’idea di far cantare insieme Mina e Battisti. Secondo la ricostruzione del libro, probabilmente a dare il “la” è stata la Tigre di Cremona: nel 1970 (due anni prima della trasmissione) lei aveva inciso la sua Insieme ed era stato un grande successo, bissato poi da Io e te da soli e Amor mio; Lucio, per parte sua, aveva già partecipato alla prima edizione di Teatro 10 nel 1971, proponendo Eppur mi son scordato di te in versione voce e chitarrina e offrendo un pezzo televisivo da antologia come Pensieri e parole, in duetto con sé stesso; le premesse per un bel momento televisivo, insomma, ci sono tutte. Domenica 24 aprile 1972 è andata in onda la quinta puntata di Teatro 10, il duetto è stato registrato il 18 (mentre il giorno successivo è stato ripreso il playback dei Giardini di marzo): la narrazione del libro consente di non perdere nemmeno un secondo di ciò che è avvenuto davanti alle telecamere dirette da Falqui.

Un momento del duetto a Teatro 10

Un momento del duetto a Teatro 10

Moltissime sono le testimonianze raccolte da Casarini per la sua ricerca. Tra esse, spiccano in particolare quelle dei “cinque amici da Milano”, ossia i musicisti che Lucio chiamò a Roma per accompagnare lui e Mina nel duetto di Teatro 10: Gianni Dall’Aglio, Massimo Luca, Angel Salvador, Gabriele Lorenzi ed Eugenio Guarraia (intervistato per la prima volta su quella storica esibizione) contribuiscono a fornire una ricostruzione il più possibile precisa dei momenti che hanno preceduto e seguito la registrazione del duetto; tra le altre voci di rilievo, Luciano Tallarini (grafico e all’epoca direttore artistico di Mina). Di tutti i protagonisti di quel momento imperdibile di storia televisiva è proposta una traccia biografica singolare, divisa tra «prima di Teatro 10» e «dopo Teatro 10»; un’attenzione particolare è riservata, naturalmente, all’addio alle scene di Mina e Battisti e alla dolorosa scomparsa di Lucio. Quando scorrono i «titoli di coda» (proprio gli stessi di quella puntata del programma) si ha la sensazione di avere gustato appieno quei nove minuti di duetto, anche se per farlo ci sono volute 360 pagine: lì c’è proprio tutto, come testimonia anche Franco Zanetti nella sua postfazione (bella, al pari della prefazione di Massimiliano Pani) e ogni curiosità merita di essere soddisfatta o di nascere a mano a mano che le pagine vengono sfogliate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: