La cedrata Tassoni, tra passato e futuro

Durante l’estate si beve molto; si impara da piccoli quanto sia urgente spegnere la sete (e sanno bene i genitori quanto sia difficile accontentare in fretta i loro figli, se l’acqua è finita). Anche per questo motivo, da giugno a settembre impazzano le varie bevande che offrono una varietà cromatica notevole: dal rosso e arancione delle aranciate al giallino del pompelmo, fino al marrone dei derivati della cola, fino ai vari succhi ed alle bibite preparate con gli sciroppi. Una bevanda più di tutte, in ogni caso, merita una certa attenzione: parlo della cedrata. Più di una persona, a questo punto, sarebbe tentata di aggiungere «Tassoni» e, magari, sentirebbe risuonare nella sua testa un motivetto di una decina di secondi, con le parole «Quante cose al mondo vuoi fare, costruire, inventare … ma trova un minuto per me». Quella bevanda e quel jingle musicale hanno attraversato varie generazioni ed hanno caratterizzato molti momenti, con un colore ed un sapore inconfondibili.

Continua a leggere